|

|

|

 

 

 Marlene Dietrich «Lili Marlene»

 

Sul fronte mediterraneo e nordafricano si era intanto instaurato lo scenario di guerra, e come allievo osservatore Ugo Macera frequentò la Scuola di Osservazione Aerea di Cerveteri, in seguito alla quale fu inviato, come ufficiale di comando di un gruppo reduci dall’Albania, prima in Puglia, a Tricase, poi a Taranto.

 

Tricase

 

A Capo Tindari si rendeva protagonista di un’eroica impresa aerea, colpendo e neutralizzando con bombe di profondità un sommergibile inglese che aveva cannoneggiato strutture militari e civili sulla costa siciliana. Il suo gesto, compiuto in condizioni particolarmente difficili tanto dal punto di vista tecnico quanto da quello logistico, avrebbe dovuto valergli la medaglia d’argento. Gli fu assegnata invece la Croce di guerra al Valor Militare.

 

 Questa la motivazione:

 

“Al tenente di cavalleria – osservatore – Ugo Macera, ardito ufficiale osservatore, già provato in numerosi voli di guerra, partito su allarme, avvistava un sommergibile nemico in emersione, che aveva precedentemente affondato una nostra vedetta. Portandosi decisamente all’attacco, malgrado il funzionamento poco regolare del motore, da bassissima quota, lo colpiva con bombe di profondità, dando prova di capacità e di elevato spirito combattivo. Cielo del Mediterraneo, 10 agosto 1942.”

 


Settembre 1943. Ugo Macera viene decorato dal Generale Aldo Rossi,
Capo di Stato Maggiore della Difesa, con la Croce di bronzo al Valore Militare

Home

Immagini

Email